logo
Il Portale turistico del Comune di Gorizia

 

link versione italianalink versione slovenalink versione friulanalink versione ingleseicona webcam
link alla homelink a contattilink alla mail
link alla storialink ad eventilink alle newslink ai percorsi a temalink alla ricettivitŕ link a prodotti tipicilink a links
Home > Percorsi a tema > Borgo Castello

Percorsi a tema

Borgo Castello

Castello di Gorizia
località Borgo Castello, 36
34170 Gorizia (GO)
Telefono: 0481 535146

Orari di apertura
lunedì 
9.30 – 11.30 ultimo ingresso ore 11
martedì - domenica
10.00 - 19.00 ultimo ingresso ore 18
 

 

Il Castello sorge tra le mura dell'antico borgo, quello che le fonti medievali citano come "terra superiore", in cui si svolgevano le funzioni amministrative e giudiziarie della Contea.

Il maniero cambiò più volte aspetto nel corso della sua lunga storia: durante la Prima Guerra mondiale fu semidistrutto e ricostruito negli Anni Trenta, restituendo all'edificio la pianta pentagonale e l'aspetto complessivo che lo caratterizzavano nel XVI secolo.
Il cuore del Castello è la Corte dei Lanzi, nella quale rimangono ancora evidenti le fondamenta dell'alta torre centrale che fu demolita nel corso del Cinquecento perché troppo vulnerabile alle artiglierie. Da qui sono visibili il duecentesco Palazzetto dei Conti e il Palazzo degli Stati Provinciali risalente al XV secolo mentre del XVI-XVII secolo è il cosiddetto Palazzetto Veneto che raccorda i due corpi principali.


Il Castello di Gorizia si presenta quale affascinante dimora di principi: al piano terra trovano posto la piccola sala da pranzo e la cucina arredate con tavoli e credenze d'epoca completi di stoviglie tardomedievali; sempre al piano terra il suggestivo ambiente della sala dei Cavalieri ospita una bella collezione di armi in uso nella Contea di Gorizia dall'XI al XVI secolo, completata all'esterno da perfette (in scala 1 a 1) riproduzioni di macchine da guerra, come catapulte e "scorpioni" usate per gli assedi in epoca medievale.
Al piano nobile si trovano la Sala del Conte, oggi adibita a convegni e il Salone degli Stati Provinciali, certamente il più suggestivo ambiente del Castello. Questa grande sala, sulla quale si affaccia un grazioso ballatoio in legno e che conserva uno spettacolare soffitto a cassettoni, ospita ogni anno importanti mostre. Sempre al primo piano, la Sala della musica, che contiene perfette riproduzioni di strumenti medievali, arricchita da un sistema didattico interattivo.
Al secondo piano del Palazzetto dei Conti, oltre alla raccolta cappella palatina dedicata a San Bartolomeo nella quale sono conservate importanti tele di scuola veneta, si trova il cosiddetto Granaio, interessante sala didattica del Museo del medioevo goriziano, corredata dai quattro plastici che illustrano nell'ordine: la maggiore estensione della Contea di Gorizia; lo sviluppo della città di Gorizia; l'aspetto del castello intorno al 1300; la ricostruzione dell'assedio alla città da parte delle truppe del Patriarca Bertrando nel 1340. La sala è completata da una stazione multimediale.
Da percorrere il Cammino di Ronda, da cui si può ammirare un panorama unico per la sua bellezza.


All'interno del borgo sorge la quattrocentesca Chiesetta di Santo Spirito e, nelle vicinanze, il bell'edificio seicentesco dei conti Formentini, ora, assieme alle case Dornberg e Tasso, sede dei Musei Provinciali che presentano ricchissime collezioni artistiche (di particolare interesse quelle riguardanti il fertilissimo e creativo periodo del Novecento isontino) e il prestigioso Museo della Guerra, con le testimonianze del primo conflitto mondiale: due soldati, le divise appartenenti a diversi eserciti, uniti dalla morte sul campo di battaglia così, con un'immagine forte - memoria dei circa dieci milioni di soldati caduti su tutti i fronti - si apre al visitatore il Museo.
Il percorso continua attraverso dieci sale, nelle quali fra armi, uniformi, oggetti comuni, documentazioni fotografiche e cimeli vari, si è ricostruito, in un insieme interessantissimo di memorie, documenti e cimeli, lo scenario dell'immane conflitto che sul fronte italo austriaco ebbe Gorizia e l'Isonzo quale epicentro.

 

L M M G V S D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
banner sistemazioni

 


Realizzazione del Sito: Servizio attività economiche e sviluppo turistico.
e-mail: turismo@comune.gorizia.it