Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Lunedí 6 Luglio 2020
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

Servizi Comunali

TARI - Tassa sui Rifiuti

TARI - Tassa sui Rifiuti

Con decorrenza 1 gennaio 2014, ai sensi dell’art. 1, commi 639 e seguenti della Legge 27/12/2013, n. 147, la TARES viene scorporata in due componenti: la Tassa sui Rifiuti (TARI) e il Tributo comunale sui Servizi Indivisibili (TASI) che, assieme all'IMU, vanno a formare la IUC (Imposta Unica Comunale).
La tariffa rifiuti si conforma alle disposizioni contenute nel D.P.R. 27/04/1999, n. 158.
Il regolamento che disciplina la IUC nelle sue singole componenti è stato approvato dal Consiglio Comunale con Delibera n. 10 del 01.07.2014.

Il servizio è gestito da IS.A. - Isontina Ambiente s.r.l. (ex Ambiente Newco s.r.l.)
Denunce di attivazione/cessazione e richieste di variazione di qualunque tipo vanno presentate direttamente al gestore con le seguenti modalità:

 

Orari di apertura al pubblico degli uffici locali:

Sportello di Gorizia, Via Mazzini, 4/c
Lunedì 9.00 - 12.30
Martedì 14.30 - 16.30
Giovedì 14.30 - 16.30
Venerdì 9.00 - 12.30

Sportello di Ronchi dei Legionari, Via Cau de Mezo, 18
Lunedì 14.30 - 16.30
Mercoledì 14.30 - 16.30
Giovedì 9.00 - 12.30

Sportello di Gradisca d'Isonzo, Via della Campagnola, 1
Lunedì 14.30 - 16.30
Martedì 9.00 - 12.30
Giovedì 14.30 - 16.30

 

Novità

NUOVO REGIME DI RISCOSSIONE TARI

Con la Delibera n. 35 dd. 16.12.2019 è stato modificato l'articolo 24.3 del regolamento IUC relativo alle modalità di riscossione del tributo.
A partire dall'anno 2020, pertanto, la TARI si pagherà in QUATTRO rate al posto delle precedenti tre con le seguenti scadenze e modalità:

In particolare, con le prime tre rate dovrà essere corrisposto il 75% dell'importo pagato l'anno precedente. La quarta rata dovrà comprendere eventuali conguagli, in positivo o negativo, a compensazione delle variazioni intervenute in corso d'anno (variazioni nelle tariffe, aumento o diminuzione nei componenti del nucleo familiare, aumento o diminuzione delle superfici tassabili, attivazione o cessazione di agevolazioni).

 

RIDUZIONE TARI PER GLI INDIGENTI

Con la Delibera n. 21 dd. 28.11.2016 sono stati modificati i requisiti per l'accesso alle agevolazioni da parte dei cittadini che si trovino in condizioni di particolare disagio economico. Gli interessati possono prendere visione delle modifiche consultando l'articolo 20.3 del regolamento IUC.

 

CITTADINI ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO

L'articolo 9-bis, comma 1 del D.L. 47/2014 ha modificato l'Art. 13, c. 2 del D.L. 201/2011 ridefinendo i casi di assimilazione ad abitazione principale.

In particolare si stabilisce che: "A partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso. Su tali immobili la TARI si applica, per ogni anno, in misura ridotta di due terzi."

L'interpretazione della norma è restrittiva, pertanto i cittadini italiani, pur se residenti all'estero, non hanno diritto alla riduzione qualora percepiscano un trattamento pensionistico di qualunque tipo (anche di invalidità) erogato dall'INPS.

Per godere della riduzione è necessario autocertificare la sussistenza delle condizioni previste (cittadinanza italiana, iscrizione AIRE, titolarità di un trattamento pensionistico estero e proprietà di un immobile abitativo sul territorio italiano non locato né ceduto in comodato) tramite apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

 

TARES - Tariffa Rifiuti e Servizi

Per variazioni successive al 31.12.2012 e fino al 31.12.2013

Con decorrenza 1 gennaio 2013 la nuova TARES subentra alla TIA, ai sensi dell'art. 14 del D.L. 06/12/2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla L. 22/12/2011, n. 214. La tariffa del tributo comunale si conforma alle disposizioni contenute nel D.P.R. 27/04/1999, n. 158.
E' stato inoltre approvato il relativo regolamento allegato alla delibera n. 25 del 24.06.2013 per l'applicazione della tariffa stessa.

A partire dal 1 gennaio 2014 la TARES è stata soppressa e sostituita dalla TARI.
Sono in corso da parte del gestore le operazioni di recupero delle quote non versate.

 

 

TIA - Gestione dei rifiuti urbani e assimilati

Per variazioni successive al 21.01.2002 e fino al 31.12.2012

Con decorrenza 1 gennaio 2002 il Comune di Gorizia ha istituito la tariffa per il servizio di smaltimento dei rifiuti ,ai sensi dell'art. 49 del D.Lgs. 22/97, da riscuotere a fronte della gestione del servizio di raccolta trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati in base al Piano Finanziario per il 2003.
E' stato inoltre approvato il relativo regolamento allegato alla delibera n.6 del 30.01.2003 per l'applicazione della tariffa stessa.

A partire dal 1 gennaio 2013 la TIA è stata soppressa e sostituita dalla TARES.
Sono in corso da parte del gestore le operazioni di recupero delle quote non versate.

 

 

TARSU - Tassa asporto dei rifiuti solidi urbani

A partire dal 01.01.2002 la TARSU è stata sostituita dalla TIA. È tuttavia ancora in corso da parte di Equitalia S.p.A. il recupero delle quote non versate per gli anni di imposta antecedenti il 2002.

 

 

 

 

 

 

TARIFFE E DELIBERE ANNI PRECEDENTI

Sono disponibili in una pagina separata tutte le delibere tariffarie TARI e le precedenti versioni del regolamento IUC a partire dalla sua istituzione, nel 2014.

 


DOWNLOAD ALLEGATI

Regolamento IUC - Aggiornamento 2019
(file application/pdf - 218.84 KB)
Delibera 35 dd. 16.12.2019 - Modifiche regolamento IUC
(file application/pdf - 106.06 KB)