Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Giovedí 18 Ottobre 2018
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

èStoriabus: in viaggio con la storia verso Villa Giusti

13 Ottobre 2018

èStoriabus: in viaggio con la storia verso Villa Giusti per percorrere le tappe principali della prima guerra mondiale.

L’iniziativa rientra nel progetto Gorizia 18/18 – Un centenario di eventi

Sabato 13 ottobre èStoria vi accompagnerà in uno splendido viaggio a Villa Giusti in compagnia del prof. Marco Cimmino, prof. Egidio Ivetic e del Gruppo guide Immaginarte.

Il viaggio con la storia verso Villa Giusti non è soltanto un pellegrinaggio storico sui luoghi della prima guerra mondiale, ma si propone come una sorta di piccolissimo viaggio nel tempo: come se l’autobus fosse una navicella per i viaggi temporali, cercheremo di ripercorrere, passo passo le tappe dell’ultimo, decisivo, anno di guerra, fino all’epilogo dell’armistizio di Villa Giusti, firmato dai plenipotenziari avversari il 3 novembre del 1918.

La vittoria italiana, paradossalmente, non si spiega senza partire da una sconfitta: anzi, dalla sconfitta per antonomasia, Caporetto. Così, il nostro pellegrinaggio, partendo da Gorizia con la guida dello storico Marco Cimmino, seguirà il corso della grande ritirata dell’ottobre 1917, cercando di spiegarne la realtà militare, al di là della vasta mitologia che ha sempre circondato quegli eventi.

La prima tappa sarà sul Piave, a Nervesa, dove un grande sacrario ricorda la seconda battaglia del Piave (giugno 1918), che fu il preludio del vittorioso attacco dell’ottobre successivo. A Nervesa, è inoltre possibile visitare gli impressionanti resti della bella abbazia, colpita dalla guerra, e il monumento eretto sul luogo dell’abbattimento del maggiore Baracca, asso dell’aviazione italiana.

Ci sposteremo, poi, a Fagarè, luogo chiave sia della battaglia d’arresto, sia di quella del Solstizio che della terza battaglia del Piave, quella della vittoria: a Fagarè si trova un altro sacrario, nei pressi del quale sono conservati i muri con le famose scritte “Tutti eroi. O il Piave o tutti ammazzati” e “Meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora”. Il tragitto tra Nervesa e Fagarè attraverserà quasi tutti i settori della battaglia finale, nota come battaglia di Vittorio Veneto.

Infine, nel pomeriggio, con il momento forse più significativo di questo èStoriabus che, idealmente, chiude le celebrazioni del centenario, iniziate con la visita a Sarajevo, si svolgerà la visita a Villa Giusti con la partecipazione del prof. Egidio Ivetic già alla guida di un èStoriabus a Sarajevo nel 2014, dove si terrà una piccola lezione sul contenuto dell’armistizio, sui successivi trattati di pace e sulle loro implicazioni. Il rientro è previsto per le 19 circa.

Programma

- 8.30 partenza da Gorizia, piazzale Martiri della Libertà d’Italia
- 10.30 visita di Nervesa della Battaglia e visita del Sacrario, dell’Abbazia e del Cippo Baracca
- 12.00 visita di Fagarè della Battaglia e del Sacrario
- 12.30 pausa pranzo presso ristoro in loco
- 15.00 ingresso a Villa Giusti
- 17.00 partenza per il rientro a Gorizia
- 19.00 rientro a Gorizia

È importante presentarsi alla fermata di partenza almeno 15 minuti prima dell’orario sopra indicato.

Quota di partecipazione (Da versarsi entro venerdì 5 ottobre): € 10 a persona (€ 8 a persona per chi è in possesso della tessera Amici di èStoria), pranzo escluso.

Per informazioni e prenotazioni:
Associazione culturale èStoria - corso G. Verdi 69, Gorizia
tel 0481 539210 - segreteria@estoria.it
Orari: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 / pomeriggi su appuntamento

Spostamento su mezzi: APT S.p.A. - Azienda Provinciale Trasporti, Gorizia.