Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Martedí 17 Ottobre 2017
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

Servizi Comunali

Programmazione europea 2007-2013

 

Il Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Slovenia 2007 – 2013.

Di particolare interesse per l’Amministrazione comunale è stato l’Obiettivo 3 “Cooperazione Territoriale”, che ha per missione il rafforzamento della cooperazione territoriale a livello transfrontaliero, transnazionale e interregionale e la creazione di reti di cooperazione e lo scambio di esperienze al livello territoriale. In quest’ambito è stata data particolare attenzione al Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Slovenia 2007 – 2013.

Nell’ambito del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Slovenia 2007 – 2013 il Comune di Gorizia è stato partner progettuale in numerosi progetti presentati a partire dall’anno 2009 sui bandi 01, 02 e 03 emanati dalla Regione FVG:

 

 
 

 

Progetti strategici
 
ADRIA A - Accessibility and Development for the Re-launche of the Inner Adriatic Area mira ad analizzare la rete ferroviaria esistente al fine di utilizzarla in modo ottimale, con limitati interventi di potenziamento per eliminare missing links e colli di bottiglia, impostando programmi di servizi, eventualmente gerarchizzati su più livelli, definendo località di servizio, fermate e interscambi e che le attività avranno come base di intervento le due principali direttrici di traffico che connettono i principali poli di Nova Gorica/Gorizia, Monfalcone, Trieste e Capodistria e centri minori quali quelli della fascia carsica fra Divaca - Sežana - Štanjel in direzione Nova Gorica. Le due direttrici principali verranno analizzate sia per l'aspetto trasportistico che per quello infrastrutturale, al fine di evidenziare i colli di bottiglia e gli anelli mancanti che tutte e due presentano.
Il progetto prevede un ampio partenariato con il coinvolgimento dei seguenti partner:
1) Leader partner: Iniziativa centroeuropea CEI - Segretariato esecutivo di Trieste;
2) Partner principali: Regioni FVG e Veneto; Provincia di Trieste; Comuni di Gorizia, Venezia, Capodistria, Nova Gorica, Šempeter-Vrtojba, Trieste, Divaca, Monfalcone, Sežana; Aeroporti di Ronchi dei Legionari, Venezia Marco Polo; Autorità portuale di Trieste; Luka Koper sistema portuale e logistico spa; Venica International University (VIU); Ente Zona Industriale di Trieste; Università di Lubiana; INFORMEST; Università di Trieste;
 
Il progetto "ADRIA A Accessibility and Development for the Re-launche of the Inner Adriatic Area" prevede, tra l'altro, la realizzazione della progettazione preliminare della infrastruttura ferroviaria, cioè gli anelli mancanti:
Dal lato trasportistico prevede la realizzazione del modello operativo di esercizio ferroviario metropolitano dell'area carsica e la sinergia con i modelli metropolitani dell'area veneta e dell'area di Lubiana sulla sezione di collegamento aeroportuale: Padova - Venezia Mestre - Aeroporto Marco Polo - Aeroporto Ronchi - Gorizia - Nova Gorica - Trieste - Capodistria - Aeroporto di Lubiana; e verrà, inoltre, realizzato un modello di esercizio ferroviario di treni navetta fra gli aeroporti tenendo conto delle attuali progettazioni infrastrutturali .
Dal lato amministrativo prevede l'istituzione del Forum istituzionale permanente metropolitano per porre le basi per la costituzione del primo Gruppo europeo di collaborazione territoriale (GECT) italo-sloveno.
Il progetto ADRIA A riveste ruolo strategico anche per il proseguo della progettazione riferita alla riqualificazione del polo logistico e ferroviario di Sant'Andrea - Vertoiba.

 

 
 
  
 
Progetti standard
 
Sempre nell’ambito del  Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Slovenia 2007 – 2013 il Comune di Gorizia ha partecipato, nel ruolo di partner progettuale, ai bandi dei progetti standard (bando n. 02/2009, BUR FVG 26/09, scadenza 15 ottobre 2009). Dopo quasi due anni dalla presentazione dei progetti sono state pubblicate le graduatorie (BUR FVG 32/2011) delle proposte progettuali presentate a valere sul suddetto bando pubblico n. 02/2009, come risultanti dalle decisioni assunte dal X° Comitato di Sorveglianza del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013. Il Comune di Gorizia ha partecipato al bando nel ruolo di partner progettuale di ben 13 progetti, dei quali ben 4 progetti (TIP, GOTRAWAMA, CROCTAL, SEA) sono stati approvati e finanziati. Le attività dei progetti hanno avuto start-up diversi tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012. I progetti hanno avuto una durata media di tre anni.
Si riporta una sintetica tabella descrittiva dei progetti: PROGETTI STANDARD
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
Progetti standard confine terrestre 
 
Sempre nell’ambito del  Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Slovenia 2007 – 2013 il Comune di Gorizia ha partecipato, nel ruolo di partner progettuale e in un caso di lead partner, ai bandi dei progetti standard per il confine terrestre (bando n. 03/2011, BUR FVG 26/09, scadenza 25 maggio 2011) con ben dieci proposte progettuali.
In data 18/7/2012 sono state pubblicate sul BUR della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia n. 29 le graduatorie dei progetti presentati a valere sul Bando pubblico n. 03/2011 (c.d. bando confine terrestre), come risultanti dalle decisioni assunte dal 12. Comitato di Sorveglianza del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, riunitosi in sessione plenaria il 6 luglio 2012 a Nova Gorica.
Il progetto "POT MIRU - VIA DI PACE" ha ottenuto la massima valutazione sull'asse prioritario 3 - Integrazione sociale, ottenendo il finanziamento completo del budget previsto. Ulteriori sei progetti hanno passato positivamente la fase di valutazione di merito con valutazioni molte elevate, ma non sono stati finanziati per mancanza di fondi.
Si riporta una sintetica tabella descrittiva dei progetti:  PROGETTI STANDARD CONFINE TERRESTRE
 
                                   
 
 

 

 

Il Programma Alpine Space 2007 – 2013.

 

Relativamente ai programmi finanziati attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il Programma Alpine space, approvato dalla Commissione europea per il periodo 2007-2013 nell’obiettivo “Cooperazione territoriale europea” ha come obiettivo “accrescere la competitività e l’attrattività dell’area di cooperazione attraverso lo sviluppo di azioni in settori per i quali l’individuazione di soluzioni sostenibili richieda una cooperazione a livello transnazionale”. L’area interessata (area eligibile) del Programma è costituita dall’insieme delle regioni (NUTS II) di Italia, Austria, Francia, Germania, Slovenia, Svizzera e Liechtenstein attraversate dall’arco alpino.
Il Comune di Gorizia è stato inserito dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nonché dai referenti della Convenzione delle Alpi nella partnership del progetto denominato AlipInfoNet - Sustainable mobility information network for the Alpine Space, avente come lead partner il Bayerisches
Staatsministerium für Wirtschaft, Infrastruktur, Verkehr und Tecnologie (Bavarian Ministry of Economic Affairs, Infrastructure, Transport and Technology), da presentato sulla quarta call del programma.
Il progetto AlpInfoNet – Rete informativa sulla mobilità sostenibile ha come obiettivo principale il focus sui trasporti e sulla mobilità dell’area alpina tramite le seguenti azioni: sviluppare una strategia a livello alpino per la gestione e la diffusione di informazione sulla mobilità sostenibile; identificare gli utenti e le loro aspettative nei riguardi di un servizio di informazione sulla mobilità sostenibile; identificare i requisiti di carattere politico, tecnico e legale per l'attuazione di un servizio di informazione sulla mobilità sostenibile; implementare concretamente un servizio di informazione sulla mobilità sostenibile sull'esempio di diverse aree pilota nell’ambito del partenariato tecnico specifico del progetto stesso, che comprende 3 partner dall’Austria, 3 dalla Francia, 2 dalla Germania, 4 dall’Italia e 1 dalla Slovenia.
Il budget totale del progetto è di 630.276,00 di euro, mentre il budget specifico previsto per il Comune di Gorizia è di 91.893,00 euro
 
ALP INFONET
  

 

 

Il Programma AdriaticIPA 2007 – 2013.

 

YOUTH ADRINET       

 


 

 

Il Programma di Cooperazione transnazionale Mediterraneo (MED) 2007 – 2013.

Informest – Centro Servizi e Documentazione per la Cooperazione Economica Internazionale di Gorizia, ha aderito per conto del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba GECT GO al progetto REMIDA – smaRt Energy chains and coMmunities in the meD Area, approvato e finanziato sul Programma MED 2007-2013 (Asse 2 - Protezione dell'ambiente e promozione di uno sviluppo territoriale sostenibile, Obiettivo 2.2 - Promozione delle energie rinnovabili e migliora- mento dell'efficienza energetica). Il progetto è stato sviluppato e gestito nell’ambito delle attività statutarie previste dal GECT GO per il territorio dei tre comuni fondatori; l’obiettivo generale del progetto è quello di promuovere l’impiego di energie rinnovabili e adottare misure volte a migliorare l’efficienza energetica mediante l’adozione e l’avvio di Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (c.d. SEAP, in italiano PAES) nelle diverse aree coinvolte. Il progetto mira, inoltre, a promuovere nuove forme di partenariato fra le amministrazioni, i privati e i cittadini al fine di trovare soluzioni innovative per l’approvvigionamento energetico basato sulle energie rinnovabili e per l’efficienza energetica degli edifici.

In particolare, nel territorio del Comune di Gorizia si prevedono le seguenti attività svolte da Informest in stretta collaborazione con il Comune:
• Sottoscrizione dell’iniziativa europea del Patto dei Sindaci;
• Individuazione delle azioni prioritarie per il SEAP del Comune di Gorizia, fase necessaria per procedere con la sottoscrizione del Patto dei Sindaci;
• Predisposizione del SEAP per il Comune di Gorizia che prevede l’integrazione e il coordinamento con le politiche energetiche e i SEAP dei Comuni di Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba (Slovenia) al fine di originare un piano d’azione di valenza transfrontaliera in ambito GECT GO;
• Avvio di una delle priorità identificate nel/i SEAP attraverso schemi di partnership pubblico-privato-cittadini (PPPP);
• Coordinamento del gruppo di lavoro locale e del processo partecipativo con gli stakeholders locali e la cittadinanza;
• Realizzazione di workshop ed eventi locali e transnazionali.

I risultati attesi del progetto REMIDA sono:
• Adozione del SEAP da parte delle Amministrazioni coinvolte;
• Creazione di comunità e filiere energetiche intelligenti grazie alle PPPP;
• Introduzione di schemi PPPP nella pianificazione strategica;
• Analisi e valutazione operativa e finanziaria di un intervento, quale prima fase per futuri investimenti;
• Sviluppo nell’Amministrazione di competenze in energy management e “smart energy systems”(sistemi energetici intelligenti).

REMIDA   

 


 

 

Il Programma EACEA Citizenship

Il progetto E-TWIN, finanziato nell’ambito del programma EACEA citizenship, punta ad organizzare una serie di incontri tra studenti delle scuole medie di diverse nazionalità (i.e.italiani, sloveni, austriaci ed ungheresi) quale occasione per promuovere la cittadinanza attiva tra le giovani generazioni.

E-TWIN