Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Domenica 19 Novembre 2017
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

MUSICA ƎÈ RIVOLUZIONE. "1917-2017 I cent'anni della Rivoluzione Russa".

06 Novembre 2017

Teatro Verdi - ore 20.45

 Eccezionale spettacolo fra musica e racconti che coinvolgeranno il pubblico in una straordinaria rievocazione che consentirà di fare un salto nel passato.
 Protagonista la Camerata Strumentale Italiana diretta dal M° Fabrizio Ficiur.
 Il biglietto di ingresso allo spettacolo varrà anche per l’ingresso al Castello di Gorizia e la visita alla mostra "Dall'Isonzo al Piave. 1917-2017. Dopo Caporetto la guerra continua".

 In occasione del centenario della Rivoluzione d’Ottobre, l’Associazione Culturale Camerata Strumentale Italiana, lunedì 6 novembre, metterà in scena al Teatro Verdi di Gorizia lo straordinario spettacolo “Musica əè Rivoluzione”, che ripercorrerà gli anni cruciali della storia russa, dal periodo zarista, col suo tragico epilogo, allo scoppio della Rivoluzione del 1917, un lasso di tempo in cui i cambiamenti sono stati totali e definitivi e che ha stravolto la fisionomia politica, sociale e culturale di tutta l’Europa e del mondo.
 Lo spettacolo si articola su esecuzioni musicali del periodo in questione: uno spaccato che va dalla fine dell'800 dello Tschaikowski più intimo ed icona della borghesia e della nobiltà zarista, passando per autori meno noti ma sempre rappresentativi del declino di quell’epoca, fino ad arrivare a Shostakovich, che tutto ha dato artisticamente alla causa rivoluzionaria fino a diventarne il massimo esponente artistico.
 L’evento acquisisce un carattere unico grazie alla partecipazione straordinaria di due bambini prodigio britannici che si esibiranno come solisti al pianoforte ed alla tromba nel Concerto N.1 per pianoforte e tromba di Dmitrij Schostakovich, brano che rappresenta il culmine e l’epilogo della narrazione musicale. Al piano Leo Bailey Yang, bambino speciale, anche per aver trovato nella musica, suo mezzo espressivo e comunicativo, un formidabile strumento di socializzazione e inclusione, già in concerto a Trieste nel 2016, ospite della Camerata Strumentale Italiana. Anche la giovanissima trombettista Shannon Harper è un'allieva di spicco della Chetham’s School of Music di Manchester (Inghilterra).
 Sul palcoscenico proiezioni storiche riporteranno in vita quelle tragiche ed esaltanti atmosfere grazie alle fotografie d’archivio e ai filmati d’epoca messi a disposizione dagli archivi della Federazione Russa, mentre gli attori in sala daranno voce a vari personaggi dell’epoca parlando e interagendo direttamente col pubblico in platea. Il concerto prevede una prima esecuzione di arie da camera russe del periodo trattato. Inoltre due cori distinti, uno originale russo, sfileranno in teatro simulando cortei rivoluzionari e cantando inni originali della Rivoluzione in lingua russa coinvolgendo in tal modo gli spettatori, mentre alcuni attori in costume dell’epoca appariranno fra il pubblico in sala recitando brani da documenti e scritti; con la loro testimonianza permetteranno di intercalare alla narrazione musicale il punto di vista personale, di volta in volta diverso, di nobili zaristi, contadini, Pope, soldati, bolscevichi rivoluzionari, commissari politici e reporter. Per loro tramite, gli eventi prenderanno forma nel loro svolgersi sotto gli occhi del pubblico in sala e il loro peso storico si manifesterà attraverso la rappresentazione scenica e musicale del massimo sommovimento sociale scatenato dall’oppressione dell’anima di un intero popolo.
 Lo spettacolo trasporterà così lo spettatore lontano nel tempo e, immergendolo nel mare di suoni, voci e immagini, farà rivivere quel che successe durante la Rivoluzione di cento anni fa.
 Lo spettacolo è stato inserito come “evento straordinario” nel cartellone della programmazione artistica al Verdi del 2017-18.

 PROGRAMMA:

 Michail GLINKA (1804-1857)
 Aria di Ivan Susanin dall'opera “Una vita per lo Zar”
per basso e archi
 Basso: Hektor Leka

 Piotr TSCHAIKOWSKY (1840-1893)
 Elegia in Sol
 Due romanze da camera
 - La Serenata di Don Giovanni
 - In mezzo al ballo rumoroso
 per basso e archi
 Basso: Hektor Leka

 Anton ARENSKIJ (1861-1906)
 Variazioni su un tema di Tschaikovsky op.35a
 Tema: Moderato
 - Var. I Un poco mosso
 - Var. II Allegretto non troppo
 - Var. III Andantino tranquillo
 - Var. IV Vivace
 - Var. V Andante
 - Var. VI Allegro con spirito
 - Var. VII Andante con moto

 Nikolai SOKOLOV (1859-1922)
 Scherzo
 da un canto popolare

 Dmitrij SHOSTAKOVICH (1906-1975)
 Danza Spagnola
 Concerto n°1 in DO min. op.35 per pianoforte, tromba e archi
 - Allegretto
 - Lento
 - Moderato
 - Allegro con brio
 Pianoforte: Leo Bailey –Yang
 Tromba: Shannon Harper

 Per la coincidenza del tema condiviso, è stato ideato un pacchetto promozionale e, all’evento musicale, sarà abbinata la visita gratuita alla mostra in castello "Dall'Isonzo al Piave. 1917-2017. Dopo Caporetto la guerra continua".
 Il Castello verrà aperto eccezionalmente anche nel pomeriggio di lunedì 6 novembre.

 Il costo del biglietto è pari a 8,00 €
Studenti 6,00 €
I biglietti possono essere acquistati presso il Botteghino del Teatro (Corso Italia), dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 19.00 e su internet www.vivaticket.it

 Maggiori info su http://www3.comune.gorizia.it/teatro/