Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Lunedí 24 Settembre 2018
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

La Grande Arte al Kinemax

Dal 24 Settembre 2018 al 12 Dicembre 2018

Rassegna sui documentari d'arte che, grazie alla tecnologia del cinema digitale, fanno vivere sul grande schermo tutta la ricchezza delle mostre, degli artisti e dei musei più importanti del mondo.

LA GRANDE ARTE AL CINEMA | STAGIONE 2018/ 2019 - PARTE 1
24 Settembre - 12 Dicembre 2018
KINEMAX GORIZIA - PIAZZA VITTORIA, 41

 
CALENDARIO
 

24 | 25 | 26 SETTEMBRE
SALVADOR DALÌ - LA RICERCA DELL'IMMORTALITÀ
Il film evento propone un viaggio esaustivo attraverso la vita e l'opera di Salvador Dalí, ma anche di Gala, sua musa e collaboratrice. Il regista ci guida, assieme alla direttrice del Museo Dalí e al coordinatore delle Case Museo Dalí, in un percorso che ha inizio nel 1929, anno cruciale per l’artista sia dal punto di vista professionale che personale, fino alla sua morte, nel 1989. Gli spettatori avranno quindi l’opportunità di spingersi oltre al personaggio, quell’opera d’arte vivente che Dalí stesso fu in grado di costruire, per conoscere da vicino il pittore e l'uomo, così come gli spazi da lui ideati che hanno contribuito a plasmare la sua immortalità, l’immortalità di un genio.

22 | 23 OTTOBRE
KLIMT & SCHIELE - EROS E PSICHE

Vienna, 1918, nel cuore della Mitteleuropa. Nella notte del 31 ottobre muore Egon Schiele, una delle 20 milioni di vittime dell’influenza spagnola. Ha 28 anni e solo pochi mesi prima il salone principale del palazzo della Secessione si è aperto alle sue opere, con la celebrazione di una pittura che rappresenta le inquietudini e i desideri dell’uomo. Qualche mese prima è morto anche il suo maestro e amico Gustav Klimt, che aveva rivoluzionato il sentimento dell’arte, fondando un nuovo gruppo: la Secessione. Prendendo spunto da alcune delle mostre che stanno per aprirsi in occasione del centenario, il film ci guida tra le sale dell’Albertina, del Belvedere, del Kunsthistorisches, del Leopold, del Freud e del Wien Museum, ripercorrendo questa straordinaria stagione: un momento magico per arte, letteratura e musica, in cui circolano nuove idee, si scoprono con Freud i moti della psiche e le donne cominciano a rivendicare la loro indipendenza. Un’età che svela gli abissi dell’io in cui ci specchiamo ancora oggi.

12 | 13 NOVEMBRE
BERNINI

«Nessun artista ha incarnato il Seicento come Gian Lorenzo Bernini, che ha lavorato per nove Papi e impresso in modo indelebile il suo stile sulla Città Eterna. E nessun luogo interpreta il suo genio e talento più della Galleria Borghese, la Villa – ora un museo – costruita dal suo primo mecenate, il cardinale Scipione Borghese. Bernini manifestò la sua genialità fissando la tensione e il dramma nella pietra e la mostra a lui dedicata alla Galleria Borghese è un’esperienza di quelle che capitano una sola volta nella vita». (The New York Times) La selezione di oltre 60 capolavori in esposizione alla Villa Borghese di Roma è stata definita dagli esperti d’arte come il ritorno a casa di Bernini. A cinque secoli dalla nascita dei maestosi gruppi scultorei dell’artista, attraverso riprese inedite ed esclusive, i protagonisti di questa grande Mostra raccontano ed analizzano i dettagli delle opere giunte dai più prestigiosi musei del mondo per questa straordinaria occasione.

26 | 27 NOVEMBRE
LE NINFEE DI MONET. UN INCANTESIMO DI ACQUA E LUCE

Il racconto di una passione viscerale che diventerà una vera ossessione e dell’uomo che da questa ossessione si è lasciato divorare: Claude Monet. Appena vi si trasferisce nella villa di Giverny, Monet decide immediatamente di mettersi al lavoro: desidera creare un giardino “per il piacere degli occhi” ma si accorge presto che questa meravigliosa tavolozza naturale può offrirgli innumerevoli soggetti per la sua pittura. È così che, attirandosi le ire dei suoi confinanti, sradica tutti gli alberi da frutto, distrugge l’orto e inizia a creare il suo atelier en-plein-air. Pur tra le mille difficoltà, nel 1895 Monet piazza il cavalletto sulla riva del lago. Per la prima volta dai suoi pennelli prende vita un fiore di ninfea. È da queste prime pennellate che nasce il film evento che racconta l’amore e l’ossessione di Monet per le sue ninfee attraversando il giardino e la casa dell’artista a Giverny, ma anche il Musée D’Orsay, l’Orangerie e il Marmottan di Parigi, la grande mostra del Vittoriano di Roma.

11 | 12 DICEMBRE
L'UOMO CHE RUBÒ BANKSY

Dopo il successo riscosso al Tribeca Film Festival, arriva al cinema diretto da Marco Proserpio. Narrato da Iggy Pop, il film evento sull’artista e writer inglese considerato uno dei maggiori esponenti della street art racconta di arte, culture in conflitto, identità e mercato nero. Il film inizia narrando la percezione dei palestinesi sul più importante artista di strada dei nostri tempi, ma si trasforma presto nella scoperta di un vasto mercato nero di muri e dipinti rubati nelle strade di tutto il mondo. Culture che si incontrano e si scontrano di fronte a una situazione politica insostenibile, ma anche il dibattito in corso sulla commercializzazione o conservazione della Street Art. Non è una singola storia, ma molte storie. Un docu film per capire cosa ha portato le opere d’arte di Banksy da Betlemme a una casa d’aste occidentale, insieme al muro su cui sono state dipinte.