Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Lunedí 11 Dicembre 2017
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

Servizi Comunali

Contributo facciate

Estratto del bando per l’ammissione al contributo “una tantum”, di cui al Capo V della L.R. 34 del 26.10.1987, per il restauro delle facciate degli edifici compresi nelle zone di recupero individuate ai sensi dell’art.4, L.R. 29 aprile 1986, n.18.

Al fine di favorire il processo di riqualificazione urbana, l’Amministrazione Comunale ha provveduto, in applicazione del Capo V della L.R. n.34 dd.26.10.1987, a dettare, con deliberazione del Consiglio Comunale n.10 del 7.3.07 rettificata con delibere giuntali n.203 dd.10.7.07. e n.137 dd.1.7.08, le modalità di scelta dei soggetti privati e gli ambiti territoriali di intervento.
Il contributo massimo è stato determinato in €18,08 per mq di superficie di facciata, misurata vuoto per pieno dal marciapiede alla linea di gronda dell’edificio, o per metri quadri di falda di copertura, riferita alla superficie effettiva di manto di copertura al netto di canne fumarie e di ventilazione, terrazze praticabili, vani ascensori ed altri volumi tecnici per una disponibilità finanziaria complessiva pari a €100.000,00. Per interventi di recupero o di sostituzione di serramenti, consentiti ai sensi del presente bando, la superficie degli stessi è considerata aggiuntiva a quella della facciata al fine della determinazione del contributo ammissibile.
Le domande di ammissione al contributo “una tantum” dovranno essere presentate presso l’Ufficio Protocollo del Comune, ovvero spedite a mezzo di raccomandata postale, dal 13 ottobre 2008 al 12 dicembre 2008. Le domande pervenute prima o dopo tali termini non verranno prese in considerazione. Nel caso di trasmissione della richiesta a mezzo Servizio Postale, farà fede la data di ricevimento della raccomandata presso l’Ufficio Protocollo del Comune.
Condizioni per l’ammissione al contributo:

  1. Sono ammessi a finanziamento gli interventi, ricompresi nelle zone di recupero, individuate ai sensi dell’art.4 della L.R. 29.04.1986 n.18, che rientrano nella definizione di manutenzione straordinaria, “le opere consistenti nel rifacimento totale dell’intonacatura e del rivestimento esterno degli edifici”. Se contestuali agli interventi di restauro delle facciate, sono ammessi a contributo gli interventi di manutenzione straordinaria, “consistenti nella sostituzione di serramenti esterni”. Se contestuali agli interventi di restauro delle facciate, sono ammessi a contributo gli interventi di manutenzione straordinaria e/o tipologie di intervento superiori, per quanto concerne il restauro dei manti di copertura, negli edifici ricadenti in Zona A del vigente Piano Regolatore Generale Comunale e negli edifici appartenenti ai gruppi 1, 2, 3 ,4, 5 localizzati entro le suddette zone di recupero.
  2. Gli interventi dovranno riguardare le singole intere facciate prospicienti spazi pubblici, a prescindere dalle eventuali proprietà frazionate.
  3. Non sono ammessi a finanziamento gli interventi che già fruiscono di altri contributi pubblici e gli interventi che già hanno fruito del presente contributo.
  4. Il contributo viene concesso:
    a) a persone fisiche private proprietarie di edifici (o parti di edifici);
    b) ai soggetti d’impresa che intendono realizzare l’intervento di cui all’art.2, limitatamente agli edifici in cui esercitano la propria attività con esclusione delle imprese operanti nel settore edile e delle società di capitali.

Priorità:
Tra le domande pervenute, che risulteranno idonee ai criteri del presente bando, verrà data priorità, nell’ordine:

  1. alle istanze relative ad interventi per i quali è già stata presentata domanda finalizzata all’ottenimento del presente contributo, ammesse nella graduatoria dell’anno 2003 e per le quali non è stato concesso il contributo.
  2. agli edifici, ricompresi nella Zona Omogenea A – Città Antica e Castello del vigente P.R.G.C;
  3. agli edifici, ricompresi nella Zona Omogenea B – del Patrimonio del vigente P.R.G.C;
  4. agli edifici, ricompresi nella Zona Omogenea B – di impianto recente del vigente P.R.G.C;

Entro ogni zona verrà data priorità, fino ad esaurimento delle domande per singola zona nell’ordine sopra elencato, in relazione alla disponibilità finanziaria, ai soggetti beneficiari nel seguente ordine:
I.1) Agli edifici con grado di tutela maggiore – dal gruppo 1 al gruppo 6 – con riferimento ai gruppi di edifici individuati nella tavola P.3 – Patrimonio della città del vigente Piano Regolatore Generale Comunale;
I.2) Entro ogni zona, in ordine al gruppo di appartenenza dell’edificio, verranno assegnati i seguenti punteggi in funzione della tipologia di intervento che si intende eseguire:

I.3) A parità di condizioni, la data di presentazione della domanda.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste c/o Sportello Unico per l’Edilizia, sede municipale di via Garibaldi 7, piano terra (lunedì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 15.30 alle 17.00 e martedì - giovedì - venerdì dalle 9.00 alle 11.00)
LA RESPONSABILE P.O.
SERVIZIO PIANIFICAZIONE URBANISTICA
arch. Maria Antonietta GENOVESE

 


DOWNLOAD ALLEGATI

Testo dell'avviso
(file application/pdf - 0 KB)
Testo del bando
(file application/pdf - 116.9 KB)
Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà
(file application/pdf - 56.19 KB)
Domanda di contributo
(file application/pdf - 94.48 KB)
Cartografia
(file application/pdf - 7837.55 KB)