Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Domenica 5 Aprile 2020
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

ANTONIO LASCIAC. L'attività urbanistica.

15 Dicembre 2017

CONFERENZA di Diego Kuzmin
Nell'ambito della manifestazione Venerdì d'Architettura

Sala conferenze Musei Provinciali di Borgo Castello - ore 17.00

La figura di Antonio Lasciac assume particolare valenza per il territorio transfrontaliero di Gorizia e Nova Gorica, che all’epoca della sua esperienza professionale era un unicum  territoriale. La sua valenza internazionale è altresì testimoniata delle importanti opere eseguite, specialmente in Egitto nel periodo a cavallo tra Otto e Novecento.

Sulle alture del Rafut che si affacciano sul capoluogo isontino, oggi territorio sloveno, nel 1912 realizzò la propria abitazione, opera particolarmente significativa per il linguaggio architettonico costituito da elementi tratti dalla tradizione mamelucca, resi mediante le moderne tecniche costruttive applicate al revival neo-islamico. Elementi che l’architetto aveva portato nella sua città natale al ritorno da un periodo trascorso in Egitto dove aveva trovato lavoro e fortuna, come testimoniano le tante opere realizzate al Cairo, ad Alessandria e sul Bosforo.

Diego Kuzmin ha rintracciato nei fondi archivistici documenti e progetti, mettendo così a fuoco i primi e finora ignoti interventi giovanili di Lasciac, prima di spiccare il volo per altri lidi, senza però perdere i contatti con la sua città natale, e diventare architetto di fiducia, “Lasciac Bey” del Khedivè d’Egitto.

Nel corso dell'evento sarà presentato il testo “Antonio Lasciac urbanista” edito dall'Associazione Culturale "Maestro Rodolfo Lipizer" onlus di Gorizia.

Diego Kuzmin: goriziano, architetto PhD, laurea in lettere, giornalista pubblicista, membro dell'Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei di Gorizia, componente del Comitato di redazione del giornale di frontiera Isonzo-Soča progettista della lapide in memoria della rivolta dei Tolminotti e tra il 2005 e 2010 della riqualificazione di piazza Cavour e piazza S. Antonio.

Organizzato da: Ordine degli Architetti PPC di Gorizia in collaborazione con Erpac FVG