Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Giovedí 13 Dicembre 2018
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

“Acma, l’Anima del Mondo 1958”

17 Aprile 2018

Trgovski dom di Gorizia - Corso Verdi, 52 - ore 18.00

Presentazione del testo ACMA - L’ANIMA DEL MONDO 1958 di Max Fabiani a cura di Diego Kuzmin e Patrizia Ugrin.

Largamente conosciuto come Architetto e Ingegnere, Max Fabiani non cessa di stupire chi esplora il variegato mondo dei suoi interessi oltre la professione. Inventore, pittore e poeta, Fabiani si rivela anche uno scrittore sintetico e incisivo e persino buon filosofo. Le sue riflessioni e acute annotazioni sono appunti molto personali e, se si vuole, anche idee scomode o visionarie, il tutto dato alle stampe nel 1946 come “ACMA, l’anima del Mondo”. Ritirato precipitosamente dalla circolazione dallo stesso Fabiani, il libretto rimase sospeso, sebbene continuamente integrato e corretto, in un testo che, edito per volontà dell’Associazione culturale “Maestro Rodolfo Lipizer” Onlus di Gorizia, possiamo finalmente leggere oggi come “Acma, l’anima del Mondo 1958” (pubblicato da Nuove Edizioni della Laguna).

Non si tratta di profezie, ma innegabilmente Fabiani aveva la capacità di anticipare i tempi, di intuire sviluppi e tendenze all’epoca non percepibili ai più, oppure ipotizzare soluzioni logiche ma (per quel momento) irrealizzabili per carenza di tecnologia. Gli spunti sono molti e offrono un percorso piacevole e alternativo, tra scienza e fantascienza, alla scoperta di un aspetto insolito di una delle più singolari personalità del nostro territorio.

Diego Kuzmin, goriziano, architetto PhD, laurea in lettere, giornalista pubblicista, membro dell’Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei di Gorizia, componente del Comitato di redazione del giornale di frontiera Isonzo-Soča, autore della lapide inaugurata nel 1992 in memoria della rivolta dei Tolminotti giustiziati nel 1714 sul Travnik di Gorizia e tra il 2005 e il 2010 progettista della riqualificazione delle piazze Cavour e piazza Sant’Antonio e delle vie pedonalizzate Rastello, Cocevia, Monache, Mazzini e Garibaldi nel centro storico di Gorizia.

Patrizia Ugrin, nata a Trieste, laurea magistrale in Storia dell’Arte Veneta all’Università di Trieste con una tesi sulle cartoline all’acquerello e l’opera grafica di Max Fabiani. Già Segretario Didattico dei Corsi di Laurea della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Trieste, ha collaborato con il Prof. Marco Pozzetto alla redazione e alle ricerche d’archivio per il suo libro Max Fabiani del 1998. E stata tra i fondatori e membro del direttivo della Fondazione Slovena “Ustanova Maks Fabiani” e ha curato le conferenze di presentazione di “Akma” a Lipica nel 1999 per la parte italiana e i riferimenti grafici. Svolge ricerca e attività di volontariato per la divulgazione della Storia dell’Arte con cicli annuali di conferenze e incontri presso l’Università della Terza Età del Monfalconese.

Organizzato da:
NŠK - Narodna in študijska knjižnica
Nuove edizioni della Laguna