Menù veloce: Ricerca nel sito. Menu di navigazione. Vai al contenuto.

Stemma del Comune di Gorizia
Sabato 4 Dicembre 2021
testo con carattere normaletesto con carattere mediotesto con carattere grande

News ed Eventi

“Dieci ore di bellezza” - Kandinskij, Van Gogh e Matisse in mostra a Gorizia

02 Dicembre 2021

SPECIALE ESPOSIZIONE TEMPORANEA DI TRE OPERE DI KANDINSKIJ, VAN GOGH E MATISSE
Giovedì 2 dicembre 2021
Teatro Verdi di Gorizia - via Garibaldi 2/A

Le «10 ore di bellezza per Gorizia» saranno l’occasione per un incontro privilegiato con tre opere d’arte che tracciano, una accanto all’altra, un viaggio affascinante nell’evoluzione dell’arte in tre tappe grandiose: Vincent Van Gogh, Henri Matisse, Vassilij Kandinskij. Il precursore dell’Espressionismo, il più grande dei Fauves, il padre dell’Astrattismo. Quadri quasi sempre inaccessibili che aprono in qualche modo all'orizzonte del 2025 di Gorizia e Nova Gorica capitale europea della cultura.

dalle 14.00 alle 24.00 esposizione delle tre opere nel ridotto del Teatro Comunale Giuseppe Verdi.
Ingresso libero contingentato, senza necessità di prenotazione - ci si potrà soffermare circa 15 minuti davanti alle opere, ascoltando la spiegazione del curatore, Don Alessio Geretti, che accoglierà i visitatori raccontando i segreti, i significati e le storie che ciascuna opera contiene.

dalle 20.45 alle 22.30 “Convivio” - dialogheranno Don Alessio Geretti (curatore delle mostre di Illegio e della grande mostra attualmente in Casa Cavazzini a Udine “La forma dell’infinito”) e Paolo Lauciani (filologo classico e uno dei massimi sommelier d’Italia), per un avvincente percorso che permetta di cogliere i nessi tra i colori di Van Gogh, Matisse, Kandinskij e le fragranze e l’oro del Pinot bianco che sul Collio friulano accanto a Gorizia raggiunge livelli d’arte.
L’accesso gratuito ma su prenotazione al botteghino di Corso Italia da lunedì 29 novembre (10.00-13.00/15.00-19.00).

Una possibilità unica per il pubblico di ammirare questi tre capolavori, perfetto compendio dell’espressione artistica di questi grandi autori e delle similitudini con le altre arti, il teatro per Van Gogh, la danza per Matisse e la musica per Kandinskij.
L’opera di Van Gogh emoziona particolarmente perché, secondo alcune recenti analisi, fu realizzata durante il suo soggiorno parigino, quando spesso cercava fuori dalla confusione della capitale la tranquillità e la riscoperta delle piccole cose, ed è proprio questo sentimento che emerge dall’opera che sarà esposta a Gorizia. Van Gogh ci dice di fuggire dalla fretta e dalla superficialità del nostro tempo, gustando invece la profondità delle cose semplici, dei legami umani, della realtà e della vita. Di Matisse sarà possibile sfogliare con gli occhi un libro di opere realizzato durante la sua malattia, al quale aveva lavorato con la tecnica del collage spingendo le sue figure fino al limite della riconoscibilità ma, come nella danza, comunicare attraverso il movimento. L’opera di Kandinskij, infine, viene esposta per la prima volta in Italia e ci parla, come solo lui sa fare, attraverso l’uso delle forme e dei colori, un’esplosione ordinata e composta da regole precisissime, come la musica”.

Organizzato da: Rete d’impresa del Pinot bianco nel Collio, in collaborazione con il Comitato di San Floriano ed il Comune di Gorizia.